top of page

3 domande sul sistema dell'arte















1 - Perchè nell'arte non esiste il crowdfunding?


Perché se la maggior parte dei collezionisti sono imprenditori e al giorno d’oggi sono sempre di più i business che investono in startup, nessuno sta facendo nulla per creare un collegamento tra queste realtà e gli artisti contemporanei ? 


Perché quando si devono organizzare operazioni massive con mostre personali, campagne web e social, cataloghi, solo show fieristici ecc. non si tenta la strada del crowdfunding ? 

Eventuali investitori potrebbero avere interesse nel ricevere delle opere in cambio del sostegno ai progetti.


2 - Rimarranno solo gli ArtCreator?


In ogni settore chi sta scalando è chi oltre a fare bene il proprio lavoro, riesce a divulgare e a intrattenere sui social nella propria aria specifica.


Nell’era in cui stanno per arrivare tecnologie come l’Apple Vision Pro, in cui l’intelligenza artificiale fa ogni giorno passi da gigante il futuro è soltanto per quegli artisti e operatori del mondo dell’arte che oltre ad affermarsi con una consistente carriera fisica diverranno Creator o Art Influencer?


3 - Perchè gli attuali ArtInfluencer non fanno mercato ?


Perché se gli influencer di altri settori oltre a intrattenere, presentano e vendono brand, servizi o prodotti, nell’arte chi si tuffa nel mondo della comunicazione è così restio a fare mercato?


Come sempre si è fatto con ad esempio i canali televisivi.


Gli artinfluencer di oggi non influenzano il mercato, limitandosi a divulgare contenuti da intrattenimento.


Tu che ne pensi?

Dì la tua qui sotto con un commento

23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page